venerdì 2 agosto 2013

Perché l'Hek Ki Boen Eng Chun piace alla gente

Ormai la stagione sportiva sta terminando ed è il momento giusto per guardarsi indietro e valutare il lavoro svolto.
In questa stagione sono state molte le persone che si sono avvicinate alla scuola Hek Ki Boen Torino, alcune durante il primo seminario pubblico altre con lezioni individuali e  naturalmente durante il corso pubblico.
La cosa che accomuna tutte questa persone è che sono rimaste colpite dalla Meccanica dei Movimenti e dall'energia che questi sprigionano piuttosto che dalle differenze stilistiche rispetto agli altri lineage.
Tengo a precisare che nella rosa delle persone che ho incontrato durante le lezioni vi erano si dei neofiti ma molti erano esperti di arti marziali i quali spaziavano dal Karate al Tai Chi Chuan e naturalmente praticanti dei vari lineage di Wing Chun. Tutte queste persone sono rimaste colpite dalla teoria sui colpi con la forza ad impulso tipica del nostro sistema, un metodo sconosciuto ai più perché totalmente differente dalla forza di spinta che tutti conoscono e  adottano.
La forza ad impulso e' alla base del rilascio di energia dei nostri colpi (che non ha niente a che vedere con la metafisica), rilascio generato dalla combinazione del distacco dei vari distretti corporei con il lavoro di propulsione supportato dai tendini, i quali insieme creano una forza cinetica devastante.

Inoltre tra i vari apprezzamenti ricevuti in questa stagione ve ne sono due inerenti alla salubrità del sistema, tra gli allievi vi è stato il caso di uno studente con problemi patologici ad una spalla che aveva smesso di praticare wing chun poiché non reggeva gli allenamenti, i quali gli causavano forti dolori, questo studente il giorno dopo la prima sessione d'allenamento mi ha chiamato entusiasta perché, nonostante avesse lavorato sodo il giorno prima, la spalla non era dolorante ma anzi la sentiva decontratta.
Il secondo caso riguarda il mio allievo più vecchio, che ormai mi segue da anni, il quale ha un fisioterapista in casa, ebbene il suo conoscente nel vederlo allenarsi nella Sam Chian Po (prima forma del sistema utilizzata per il rafforzamento dei tendini) è rimasto impressionato nel riconoscere gli stessi movimenti utilizzati da lui nella ginnastica riabilitativa.

L'Hek Ki Boen si dimostra sempre più un sistema che piace per la sua peculiarità dei movimenti e per la conoscenza della fisiologia umana che ne supporta la sua teoria ed estrema efficacia.
Naturalmente venendo nella nostra scuola scoprirete che l'Hek Ki Boen è questo e tanto altro.

Nessun commento:

Posta un commento