giovedì 1 novembre 2012

Stadi dell'Hoat Keng dell'Hek Ki Boen


Nell'"Hek Ki Boen "la generazione di energia non viene dalla connessione corpo, spalle, "Dan Tian" o da altre parti. Inizialmente essa viene dalla comprensione di tre aspetti fondamentali, che siamo soliti dividere tra cielo, terra e uomo: 
1) la consapevolezza del cielo prevede la comprensione del pensiero, del concetto, della teoria; 2) quella della terra concerne la capacità di sentire determinate sensazioni; 
3) quella dell'uomo si fonda sull'intento e sull'applicazione pratica.


Questo ci permette di bloccare 'mille chilogrammi' con pochi grammi di peso. Si tratte dell'iniziale abilità che si acquisisce in tre distinte parti del"curriculum HKB", cioè il primo, il secondo ed il terzo grado di "Hoat Keng". Successivamente si passa all'Attivazione dei 9 tendini degli arti, con il totale distacco dei muscoli (il famoso detachment), attraverso il quale la struttura muscolare si attiva solo passivamente, dopo quella tendinea. 
Questa è l'essenza dell'It Kin Keng, la transizione dai muscoli ai tendini.

A questo punto la mano diventa davvero pesante, estremamente pesante. Non si ha più la necessità di frustare le tecniche e la caratteristica di questo stadio di "Hoat Keng" è che non emette più suoni. Si tratta della condizione di "Li Tou Zhi Chuen". Nel curriculum HKB questo stadio è classificato come quarto livello di "Hoat Keng". Questo processo viene insegnato soltanto ai Maestri di livello alto (Tier 3)

Il passaggio successivo concerne il"Lavaggio del Midollo Osseo". Nella terminologia HKB questo è il primo stadio di "Liam Kut" (Allenamento della parte interna delle ossa). 
Nella terminologia "Shaolin "viene detta "Si Swe Keng"(Lavaggio del Midollo Osseo). A questo punto l'"Hoat Keng "non necessita più di distanza o velocità. Significa che l'energia può essere rilasciata a bassa velocità e senza alcun movimento evidente, sebbene rimanga esplosiva.


Come? Il "Vero Intento "[Yi Niam] è l'esatto opposto della "Visualizzazione". Nel nostro curriculum questo è classificato come quinto livello di "Hoat Keng". Il passo successivo vede la continuazione del Lavaggio del Midollo Osseo. 
Usare l'Intento significa farlo scorrere dagli originali 9 tendini al midollo osseo del gomito, passando per la parte più delicata del midollo osseo dell'ascella. Poi passa al midollo osseo delle costole, per poi raggiungere finalmente il "Dan Tian"che ruota/cade.

A questo punto il "Qi "deve scorrere verso il basso, nella parte anteriore del corpo, aprendo i punti dei meridiani "Ren Mai" [Vaso Concezione]. Nel nostro curriculum è classificato come sesto livello di "Hoat Keng".

Finalmente, si impara ad usare l'intento per continuare a lavare il midollo osseo della colonna vertebrale, facendo dirigere il Qi verso l'alto, facendolo arrivare all'apertura di tutti i punti dei punti dei meridiani Du Mai [Vaso Governatore] per eseguire la"Siauw Cou Tian" [Piccola Orbita Microcosmica]: il settimo livello di"Hoat Keng". 
Fate attenzione: tutto inizia dalle mani, per poi arrivare al corpo, mai l'opposto. 
Queste conoscenze sono state rivelate al pubblico solo dal Gran Maestro Lin Xiang Fuk, che ringrazio per l'opportunità di avermi fatto entrare nella grande Famiglia HKB! 
(Articolo scritto da Sifu Riccardo Di Vito)

Mauro Caroppo

Nessun commento:

Posta un commento